..
..

Consulenza
L'ufficio deve prestare consulenza in tutte le questioni concernenti il rapporto di locazione e di affitto. Deve inoltre consigliare le parti sulla procedura da seguire ed i termini da rispettare.

 

Deposito pigione
L'Ufficio è tenuto a fungere da depositario della pigione nei casi previsti dall’art. 259g del Codice delle Obbligazioni (CO).

 

Conciliazione
L'Ufficio deve tentare una conciliazione in tutte le controversie che sono portate alla sua attenzione allo scopo di evitare vertenze giudiziarie che implicano ulteriori confronti tra le parti. L'eventuale intesa viene verbalizzata, pone fine alla lite e ha forza di cosa giudicata. In caso di mancata intesa risultante dal verbale, l'Autorità di conciliazione rilascia l'autorizzazione ad agire che permette di inoltrare al Pretore competente l'azione di merito entro 30 giorni.
Le parti devono comparire personalmente all'udienza di conciliazione e possono farsi assistere da patrocinatori o da persone di fiducia.

 

Proposta di giudizio
In caso di deposito di pigioni o fitti, protezione da pigioni o fitti abusivi, protezione dalla disdetta, protrazione di locazione o d'affitto (art. 210 cpv. 1 lett. b CPC) o in caso di controversie patrimoniali fino a un valore litigioso di  5000 franchi (art. 210 cpv. 1 lett. c CPC) l'Ufficio di conciliazione può formulare una proposta di giudizio che, se non è rifiutata entro 20 giorni è considerata accettata e ha l'effetto di una decisione passata in giudicato. In caso di rifiuto della proposta di giudizio, l'Ufficio rilascia l'autorizzazione ad agire, che permette di inoltrare la causa al Pretore entro 30 giorni.

 

Decisione
L'Ufficio di conciliazione può giudicare esso stesso le controversie patrimoniali con un valore litigioso fino a 2000 franchi, se l'attore ne fa richiesta.

 

Sfratto e domanda di espulsione
Non è necessario il tentativo di conciliazione ed è possibile rivolgersi direttamente al Pretore in presenza di un caso “manifesto” (art. 248 lett. b CPC).

 

Moduli ufficiali
Per la notifica di aumenti di pigione e/o altre modifiche unilaterali del contratto di locazione di locali d'abitazione e commerciali da parte del locatore (art. 269d Codice delle obbligazioni e art. 19 Ordinanza concernente la locazione e l'affitto di locali d'abitazione o commerciali) e per la notifica della disdetta relativa a locali d'abitazione e commerciali, sempre da parte del locatore nel contratto di locazione e in quello di affitto (art. 266l cpv 2 Codice delle obbligazioni, risp. art. 298 Codice delle obbligazioni), occorre far capo obbligatoriamente ai moduli approntati dal Dipartimento delle istituzioni del Canton Ticino, pena la nullità delle relative notifiche.

 

Competenza territoriale
L’Ufficio di conciliazione di Agno è competente per i comuni di Agno, Alto Malcantone, Aranno, Astano, Bedigliora, Bioggio, Bissone, Cademario, Caslano, Collina d'Oro, Croglio, Curio, Grancia, Magliaso, Manno, Maroggia, Melide, Miglieglia, Monteggio, Morcote, Muzzano, Neggio, Novaggio, Paradiso, Ponte Tresa, Pura, Sessa, Sorengo, Vernate, Vico Morcote.

 

Per la competenza territoriale fa stato il luogo dove è situato l’immobile.

..
..
Ufficio di conciliazione in materia di locazione
Contrada Nuova 3
6982 Agno
tel: 091 612 23 38
fax: 091 612 23 39

Email


Orari d’apertura per consulenze:
lu-ma-gi, dalle 14.00 alle 15.30


L'ufficio riceve su appuntamento, da concordarsi pf telefonicamente o via email.

.. .. ..
..

© Comune di Agno © – credits

..
.. .. ..